“Nel centro storico di Brugherio, in un piccolo lotto di 8×12 m ho sviluppato una nuova casa unifamiliare su tre livelli, con un atelier per artista con accessi indipendenti;  di fronte a questo poco spazio disponibile l’azione progettuale fondamentale é stata di occupare il meno possibile con la nuova costruzione per dilatare lo spazio abitato nell’esaltazione della relazione interno-esterno.

Ho quindi iniziato a svuotare il piano interrato, realizzando un giardino ipogeo (sotto il piano stradale) a cielo aperto, sul quale affaccia l’atelier e a cui si accede dalla strada, attraverso il giardino stesso.

La casa, ha gli affacci prevalentemente orientati verso il piccolo terrazzo-giardino evitando le introspezioni dalla strada e dai fronti abitati vicini. Pure all’interno della casa, uno spazio a doppia altezza sulla sala pranzo, svuota il volume abitato e filtra la relazione del soggiorno al primo piano con il terrazzo-giardino a piano terra.

Il vano scala a servizio dei quattro livelli, é costruita ariosa intorno a una colonna libera alla luce zenitale, esaltando la ventilazione naturale interna alla nuova costruzione.”