Archive For The “SETTORI” Tutte le categorie:

Brugherio

Brugherio

PROGETTAZIONE, DIREZIONE LAVORI a Brugherio (MB)

COOPERATIVA BRUGHERIO 82

VIA S. G. BOSCO 15/VIALE BRIANZA a BRUGHERIO (MB)

NUOVA PALAZZINA DI 17 UNITA’ ABITATIVE  GAS FREE TUTTE IN A4:

Si tratta di un edificio a tre piani fuori terra, articolato nel parco esistente, in modo da garantire la migliore esposizione e riservatezza a tutte le singole unità abitative, esaltandone l’esposizione al sole, le vedute sul parco e le relazioni quotidiane interno-esterno in tutte le stagioni.

Facciate in mattoni faccia a vista sp .12 cm, (in intonaco su cappotto solo sulle pareti arretrate dei balconi): un rivestimento durevole con bassa manutenzione e ricco delle suggestioni di uno storico e tipico materiale della tradizione costruttiva locale.

Duplex ovest
Rendering: www.mbdigital.it

Isolamenti termici con poliestere ad altissima prestazione a cui si aggiunge lana di roccia garantendo un isolamento termico-acustico ottimale, ad altissima sostenibilità ambientale.

Copertura struttura in legno lamellare color naturale sbiancato; manto di copertura in lastre di alluminio, con un pacchetto di 20 cm di isolamento termo-acustico ad alta densità e prestazione, accoppiato a intercapedine d’aria. Uno sporto di copertura di 1,2 m protegge l’intero perimetro di facciata.

Portico sud-ovest
Rendering: www.mbdigital.it
FINITURE UNITA’ ABITATIVA

L’immobile sarà dotato di finiture di pregio, di avvolgibili in alluminio motorizzati, sanitari sospesi, videocitofono e predisposizione di antifurto con controllo volumetrico e videocamere.

Pareti all’interno in gesso ceramico fibrorinforzato, cioè una parete fono e termoisolante, incombustibile, robusta e chiodabile, con azione antibatterica, igroscopica ed ecocompatibile al 100%. Finitura a gesso. La stessa stratigrafia è proposta sul lato interno delle pareti perimetrali.

Sud
Rendering: www.mbdigital.it

IMPIANTI AUTONOMI per SINGOLA UNITA’ ABITATIVA

IMPIANTO RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO ESTIVO e ACQUA CALDA SANITARIA

E’ prevista per ciascuna unità abitativa la realizzazione di un impianto di riscaldamento invernale e raffrescamento estivo e produzione di acqua calda sanitaria di tipo autonomo, mediante pompa di calore aria/acqua ARISTON NIMBUS M FLEX IN NET 7 – NIMBUS 70 M EXT per gli appartamenti di taglia media mentre per gli appartamenti di taglia maggiore ARISTON NIMBUS COMPACT 110 M NET – NIMBUS 110 M EXTERNAL UNIT (in disimpegno esterno all’unità abitativa, dedicato a tale funzione impiantistica nei piani alti), con predisposizione degli attacchi per split idronici nei locali camere e soggiorno.

Per ciascuna unità immobiliare è previsto un impianto di riscaldamento di tipo a pannelli radiati a pavimento, in ogni locale (escluso bagni) è previsto un termostato ambiente.

Ingresso est
Rendering: www.mbdigital.it
IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Impianto fotovoltaico autonomo (dotati di contatore, inverter ed accumulo installati in locali tecnici) per ogni Unità immobiliare, a servizio delle utenze elettriche e impianti di riscaldamento e raffrescamento.

Nord-ovest
Rendering: www.mbdigital.it
VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

VMC puntuale integrata nel monoblocco dei serramenti nei locali Soggiorno e Camere con scambiatore di calore a flussi incrociati: un impianto ad alta efficienza e senza canali che rende agile la manutenzione.

IMPIANTO ELETTRICO

IMPIANTO ELETTRICO con predisposizione intelligent buildings (domotica) per illuminazione, tapparelle, termoregolazione estiva \ inverno, allarme, porte.

Ovest
Rendering: www.mbdigital.it
Milano Novotel – Sicurezza

Milano Novotel – Sicurezza

Presso la struttura alberghiera del Novotel a Milano, per il restyling dei piani camere da effettuare ad hotel funzionante, la gestione della sicurezza deve eliminare ogni rischio interferenza sia con il pubblico sia con il personale interno all’albergo stesso.

Nel rispetto di un cronoprogramma fitto e dettagliato.

Lissone -riqualificazione energetica

Lissone -riqualificazione energetica

A Lissone sviluppo un progetto attento di isolamento delle pareti disperdenti di un condominio, verificato nei dettagli al fine di ridurre gli spessori del cappotto sulle pareti intorno ai balconi per evitare di rimpicciolirli troppo: nel rispetto dei requisiti minimi di legge per accedere alle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico ho comunque rispettato la risorsa spazio, preziosa ai singoli proprietari.

 

Casa L

Casa L

” All’interno di un palazzo storico di Cermenate, un’ abitazione a due livelli, organizzata come al solito, con la zona giorno al primo livello e la zona notte al secondo livello, presentava i locali più vissuti poco luminosi essendo il secondo livello e sottotetto molto più illuminata grazie a una grande terrazza a pozzo verso sud.

Tutto viene ribaltato: la zona giorno viene trasferita al piano superiore, ampliando l’abitazione su gran parte del terrazzo, chiuso con una copertura vetrata mobile. Qui parte del pavimento viene eseguito con lastra di cristallo bianco per far arrivare la luce naturale in un locale cieco sottostante destinato a libreria.

La nuova scala viene disegnata e localizzata in modo tale da captare la luce naturale all’ingresso cieco del piano sottostante.”

 

Casa P

Casa P

Casa P

” All’interno di un palazzo storico di Brugherio, un’ abitazione a due livelli viene ripensata radicalmente, aggiungendo un terzo livello nel sottotetto grazie ad importanti interventi strutturali: l’ultimo piano viene abbassato e le capriate originarie vengono adattate per rendere agibile il nuovo piano. Nuove finestre sia in facciata, sia in copertura offrono luce e areazione generosa ma controllabile sia all’ultimo piano sia al primo piano sottostante.

Il nuovo piano é costruito con un perimetro in parte arretrato rispetto alle pareti esterne del palazzo realizzando degli spazi a doppia altezza. La scala interna, é un mobile contenitore che risulta calpestabile per salire e scendere.

Il giardino privato attrezzato è stato rigenerato mantenendone il carattere rurale originario.”

HOTEL- Bar Ristorante

HOTEL- Bar Ristorante

Hotel a Padova/Milano/Verona/Brescia/Bologna

Consulente come Project Manager della Direzione Tecnica di Accor Hospitality, sviluppo la ristrutturazione e i restyling degli Hotels nel Nord Italia, sia nei piani camere, sia nel piano dei servizi (hall,reception,bar,ristorante,sala fitness,sala riunioni).

Sviluppo e coordino il progetto esecutivo, la contrattualistica, la gestione ordini con l’estero, la contabilità, la direzione lavori e la logistica con struttura alberghiera in funzione.

L’obiettivo é mantenere confortevoli gli spazi aperti all’utenza, senza interferire con la logistica e la tempistica del cantiere,  nel rispetto delle dinamiche gestionali di una catena alberghiera.

CLIENTEPROGETTOPROBLEMATICHESOLUZIONI
IBIS Hotel Padova
Project ManagementRistrutturare un hotel, sia le camere, sia gli spazi comuni (reception, sali riunioni, bar , ristorante), senza interrompere le attivitàMantenere confortevoli gli spazi aperti all’utenza senza interferire con la logistica e la tempistica del cantiere, nel rispetto dei tempi e dei costi.

 

EVENTO – SICUREZZA

EVENTO – SICUREZZA

Coordinamento Sicurezza (con arch.A.Peruffo) Evento Heineken , Finale Champions League Party al Palazzo del Ghiaccio di  Milano il 27 maggio 2016.

Precisione, tempestività e sorveglianza hanno garantito risposte mirate, offrendo un contributo alla consegna dell’allestimento in sicurezza e nei tempi previsti.

EDILIZIA ECOSOSTENIBILE

EDILIZIA ECOSOSTENIBILE

Concetto architettonico

Abbiamo voluto costruire un’idea di casa sobria, capace di comunicare al primo approccio un forte senso di accoglienza e protezione: al piano terra vi si entra nell’ intervallo fra due spalle di muri continui, come accolti da due mani ravvicinate a serbare il “focolare”. Questo viene articolato in una sequenza di spazi flessibili, organizzati intorno alla scala di comunicazione al piano primo, capaci di suggerire un cammino circolare in un ampio continuum spaziale (non c’è una distribuzione a pettine dei locali). Qui come una mano che si apre al prossimo e all’esterno, si tenta di innescare dinamiche relazioni fra le funzioni, stimolando diverse possibilità di interazione fra le stanze, all’interno della casa e verso l’esterno del “giardino”, esaltando le potenzialità esclusive di un casa unifamiliare. E’ una casa fortemente orientata: abbastanza “chiusa” verso lo spazio pubblico e “aperta” verso la parte più riservata degli spazi esterni del lotto di pertinenza. A tale orientamento fondativo si da corpo nell’organizzazione delle diverse funzioni di un’abitazione dinamica nel tempo (massima flessibilità a seconda delle esigenze familiare), nel rispetto delle consolidate buone regole della migliore esposizione agli elementi naturali e riduzione delle superfici disperdenti, per un’alta efficienza energetica. L’obiettivo resta un casa compatibile con un futuro veramente sostenibile ed alla portata di tutti.

Il piano terra (base) é definito da un recinto protettivo; verso lo spazio pubblico, solo in corrispondenza della porta di ingresso e del vicino box le finiture sono previste “calde” e tattili, ovvero in liste di larice. Sopra tale basamento il primo piano é formato dal volume archetipo della casa a capanna, le cui falde di copertura in lamiera si estendono a Nord (per locali servizi al primo piano) e a Sud a proteggere l’estensione del soggiorno al piano terra, proteso verso il giardino.

Schema distributivo (organizzazione e funzioni)

La casa è di 198,50 mq di superficie lorda (compreso 17,00 mq di box), con la possibilità di farla da 178,50 mq eliminando a piano terra il locale jolly con il bagno annesso.

Si entra dal lato Nord dove sono allineati i locali di servizio (bagno, lavanderia, locale tecnico/termico), con aperture ridotte al minimo necessario. Il locale tecnico previsto è confinante con il locale lavanderia ed è dotato di spazio sufficiente ad accogliere le dotazioni impiantistiche pure di un’abitazione ad altissima prestazione energetica. Anche al primo piano proponiamo nella stessa posizione gli altri locali di servizio, mantenendo fortemente accorpate le dotazioni tecnologiche/impiantistiche esaltandone quindi la relativa efficacia (alte prestazioni a costi contenuti).

I locali al piano terra sono la cucina abitabile aperta (ma divisibile) verso il soggiorno a doppia altezza oltre al locale “jolly” capace di rispondere alle attese e dinamiche in continua evoluzione di una famiglia contemporanea: può essere un angolo a giorno alternativo al soggiorno (salo giochi/studio in gruppo), o un locale di lavoro informale (homework), o un locale studio diviso dal soggiorno stesso, o infine una camera da letto capace di garantire una vivibilità completa al piano terra.

Il vano scala, al centro del corpo di fabbrica, oltre ad orientare il flusso circolare che organizza i locali al piano terra, ospita un prezioso guardaroba verso l’ingresso e un ripostiglio baricentrico di supporto alle diverse esigenze dei locali vicini.

Al primo piano due ampie camere con angolo studio affacciato sullo spazio a doppia altezza del soggiorno, sono equipaggiate da un bagno (con vasco o doccia) e un secondo bagno più piccolo che può invece diventare cabina armadio. La camera ipotizzata per i figli, si può affacciare sul terrazzo a copertura del box adiacente (in alternativa una copertura piana in lamiera garantisce una maggiore economia)

Sostenibilità (comfort, costi, impiantistica, materiali)

Il sistema costruttivo scelto é il sistema a telaio, con stratigrafie di isolamento in cellulosa e pannelli in fibra di legno, oltre ai pannelli di tamponamento in fibrogesso.

Il volume della casa, se pur articolato, contiene le superfici disperdenti (con un buon S/V) ed é definito da una strategia precisa:

  • alte prestazioni di isolamento termico di copertura, partizioni verticali e orizzontali (nell’attacco al basamento di ca adeguatamente sopraelevato dal piano campagna del terreno per un perfetto controllo dell’acqua e dell’umidità);
  • a Nord poche e piccole finestre, a Sud – Sud/Est – Sud/Ovest finestre più generose adeguatamente protette da generosi sporti di copertura capaci di garantire gli apporti gratuiti solari invernali e proteggere dal surriscaldamento estivo;
  • grande falda di copertura a Sud capace di offrire una generosa superficie ai pannelli solari e ai pannelli fotovoltaici ;
  • locale tecnico espandibile fino ad una superficie di mq ..dove poter organizzare impianti termicamente efficienti, prevedendo un utilizzo minimo se non nullo di fonti non rinnovabili provenienti dalle reti dei gestori pubblici: pannelli solari, pannelli fotovoltaici, pompa di calore, Vmc con scambiatore (con presa d’aria ed estrazione), impianti radianti a parete;
  • per le reti impiantistiche interne con le relative canalizzazioni è previsto un cavedio tecnico al di sopra del locale tecnico e fra i due bagni del primo piano a cui si aggiungono i plenum negli spazi di distribuzione orizzontali;
  • la sezione della casa garantisce la possibilità di una ventilazione naturale efficace nello scambio di aria calda/fresca;
  • la raccolta delle acque meteoriche, da curare particolarmente per eliminare ogni rischio di infiltrazione e umidità, prevede un forte equipaggiamento di pluviali per allontanare le acque e raccogliere in un serbatoio inetrratto;
  • Per i materiali, le finiture esterne scelte sono intonaco chiaro su cappotto in fibra di legno, doghe in legno di larice naturale, lamiera per la copertura e alcuni fianchi della “casa capanna” al primo piano; serramenti in legno con tapparelle a pacchetto in alluminio. Le finiture interne ipotizziamo fibrogesso alle pareti e parquet a pavimento, escluso i locali servizio con piastrelle.

Rispondenza alla normativa vigente

I locali progettati soddisfano ampiamente le prescrizioni minime sull’abitabilità (altezza, superficie, Rai). La superficie minima da riservare al posto auto è garantita oltre che dal box pure da una porzione di superficie del lotto antistante il box stesso e la zona di ingresso all’abitazione.

CASA PREFABBRICATA IN LEGNO – SICUREZZA

CASA PREFABBRICATA IN LEGNO – SICUREZZA

La prevenzione, la gestione e le prescrizioni a garanzia della sicurezza in un cantiere di nuova costruzione, previa demolizione del fabbricato preesistente, di una casa unifamiliare  in legno prefabbricata su quattro livelli (un piano sotterraneo in cemento armato, i tre piani fuori terra in legno prefabbricato), hanno richiesto un’assidua presenza in un cantiere che ha  presentato una fitta successione di variazioni nell’organizzazione degli spazi di lavoro  e nella prevenzioni delle interferenze; il tutto in uno rigoroso rispetto delle diverse fasi temporali. Questa presenza ha permesso di conoscere il sistema edificio-impianto in modo tale da lasciare al cliente un Fascicolo dell’opera con utili indicazioni e prescrizione per una corretta manutenzione nel tempo, abbattendo costi e rischi.

NEGOZIO

NEGOZIO

Nell’ambito di negozi e spazi commerciali si risponde a richieste di creare nuovi spazi per affrontare esigenze di sviluppo dell’attività, con conseguente aumento del valore non solo dell’immobile ma anche dello stesso esercizio. Nel caso specifico, all’inizio un’idea illuminata della Committenza per dare spazio a una nuova strategia di marketing: al negozio (fiorista) già in funzione per l’esposizione e la vendita, si vuole aggiungere il vano del retrobottega per realizzare un “salotto” dedicato all’accoglienza del cliente a cui poter offrire servizi curati per gli Eventi.

L’opera viene sviluppata e accompagnata da una particolare attenzione ai minimi dettagli

 

CASA ATELIER

CASA ATELIER

“Nel centro storico di Brugherio, in un piccolo lotto di 8×12 m ho sviluppato una nuova casa unifamiliare su tre livelli, con un atelier per artista con accessi indipendenti;  di fronte a questo poco spazio disponibile l’azione progettuale fondamentale é stata di occupare il meno possibile con la nuova costruzione per dilatare lo spazio abitato nell’esaltazione della relazione interno-esterno.

Ho quindi iniziato a svuotare il piano interrato, realizzando un giardino ipogeo (sotto il piano stradale) a cielo aperto, sul quale affaccia l’atelier e a cui si accede dalla strada, attraverso il giardino stesso.

La casa, ha gli affacci prevalentemente orientati verso il piccolo terrazzo-giardino evitando le introspezioni dalla strada e dai fronti abitati vicini. Pure all’interno della casa, uno spazio a doppia altezza sulla sala pranzo, svuota il volume abitato e filtra la relazione del soggiorno al primo piano con il terrazzo-giardino a piano terra.

Il vano scala a servizio dei quattro livelli, é costruita ariosa intorno a una colonna libera alla luce zenitale, esaltando la ventilazione naturale interna alla nuova costruzione.”

 

MILANO – RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

MILANO – RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Milano via Civitali 67

PROBLEMATICHE:

Progetto DL e Pratiche, con l’arch.M.Rapetti, per opere di manutenzione ordinaria/straordinaria

(Scia-L.10/91- DL- Dlgs 81/08) per opere di Bonifica copertura in amianto e rifacimento manto di copertura  con relativo isolamento termico e allestimento Linea Vita; manutenzione ordinaria balconi  frontalini.

SOLUZIONI:

Particolarmente curato il Fascicolo dell’Opera con le indicazioni operative per la manutenzione in sicurezza dell’opera: la Linea Vita è stata oggetto di un attento progetto vista l’importante pendenza delle falde di copertura

Go Top

Questo sito utilizza cookie al fine di effettuare misure di traffico per la valutazione delle prestazioni del sito.<br>Per saperne di più, clicca sull'apposito bottone "<b>Maggiori informazioni</b>", che aprirà l'informativa estesa, <br>dove è possibile avere informazioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. <br>Cliccando il bottone <b>ACCETTO</b>, o cliccando su una qualsiasi altra area del sito, presterai consenso all'uso dei cookie.<br> MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi